Amici 17, il serale delude ma la partita è ancora aperta

La vittoria di Ballando con le Stelle è solo la punta dell'iceberg: la nuova formula non convince, alcune dinamiche non piacciono e si sente la mancanza di...

Amici 17: il debutto del serale non è andato molto bene. E non è soltanto una questione di ascolti, la vittoria di Ballando con le stelle diventa quasi irrilevante dinanzi al malumore e all’insofferenza registrata tra i telespettatori. Che, com’è ormai consuetudine, si sono sfogati tramite i social network. Non è piaciuto quasi niente, diciamolo. Maria De Filippi aveva da tempo annunciato un cambiamento di formula, tuttavia ci si aspettava che il livello qualitativo sarebbe rimasto lo stesso. Invece sono piovute bocciature, da parte non della commissione esterna bensì del pubblico. Con le seguenti – e sintetizzate – motivazioni:

– Tanto per cominciare, quei pigiamini che fungono da divisa sono di gusto a dir poco discutibile.
– In molti, troppi, rimpiangono le maestose e originalissime scenografie di Giuliano Peparini. Ergo, rimpiangono Giuliano Peparini. Con tutto l’affetto per Luca Tommassini.
– Il regolamento è diventato pressoché incomprensibile, i meccanismi appaiono troppo ingarbugliati.
Si sente la mancanza di Emma e di Elisa. C’è la sensazione che gli allievi siano privi di punti di riferimento.
Le critiche spietate di Alessandra Celentano risultano ormai esasperanti. In particolare l’attacco a Lauren per il suo peso, fatto a pochi giorni dalla morte di una ragazzina che soffriva come un cane per i suoi chili di troppo.
– Filippo è stato eliminato senza che gli fosse data la possibilità di esibirsi e questo ha suscitato lo sdegno generale.
Troppe polemiche prof-alunni. Troppe e ritenute anche piuttosto sterili.

Cosa, chi si salva del serale di Amici 17, o meglio di questo debutto? Ermal Meta, innanzi tutto. Che è riuscito a convincere pure chi non ama particolarmente la sua arte. Educato, fine e composto, ha usato la schiettezza e un giusto registro. Si salva la passione dei ragazzi e anche quella di Maria De Filippi. E comunque, ancora i giochi sono più che aperti. La De Filippi saprà certamente fare tesoro delle critiche ricevute. Intanto si attende che Giulia Michelini e Marco Bocci diventino più “visibili”, perché loro risultano graditi a molti. Hanno grande potere, ma è come se non l’avessero ancora realizzato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here