Inalare preservativi: la follia dei Millennials americani

La Condom-Snorting Challenge è la sfida sempre più diffusa fra gli adolescenti americani allo scopo di attirare l'attenzione. Ma si tratta di una pratica molto pericolosa

C’è del disagio, questo è chiaro. E dinanzi a un simile disagio, trovare spiegazioni razionali diventa un’impresa utopica. Insomma, perché si dovrebbe infilare un preservativo in una narice, tirar su con forza e poi farlo uscire dalla bocca? Mistero. Eppure si tratta di un fenomeno sempre più diffuso fra i Millennials, per fortuna soltanto fra quelli americani (per ora: teniamo le dita incrociate). Stiamo parlando della Condom-Snorting Challenge e non è vero che si tratta di una nuova moda, come sostengono diversi media. In realtà esiste da almeno una decina di anni, anche se è diventata popolare soltanto nel 2013, anno in cui la youtuber Savannah Strong ha pubblicato un video che la mostra intenta nella folle impresa. Adesso, “grazie” alla Rete, la pratica è diventata virale. E online proliferano immagini che fanno davvero venire i brividi.

Inalare preservativi è pericoloso, molto pericoloso: c’è il rischio di danneggiare il rivestimento delle cavità nasali, di provocare allergie e infezioni, addirittura di soffocare (nel caso in cui il condom resti bloccato nelle cavità stesse, ostacolando il passaggio dell’aria). C’è il rischio di vomitare, che se vogliamo è il minore dei suddetti mali.

Ma del resto, che la Condom-Snorting Challenge abbia ben poco di salutare è facilmente intuibile. Eppure molti ragazzi se ne infischiano e, tutti orgogliosi, si filmano mentre sniffano preservativi. Ci si interrogava, prima, sul motivo. Non c’è. Anzi, c’è. Ed è ancora più assurdo della questione in sé: ottenere like. Attirare l’attenzione. Sentirsi protagonisti. Magari diventare star del web, hai visto mai.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here