Facebook, come proteggere i tuoi dati

Lo scandalo che ha travolto Facebook e la Cambridge Analytica ha pesanti conseguenze. Fra l'altro, il social blu ha perso credibilità e fiducia e molti stanno pensando di abbandonarlo. Prima di decidere, è possibile proteggersi un po' meglio

In queste ore parecchi si chiedono se Facebook stia per morire. Lo scandalo che ha travolto Mark Zuckerberg e la società di analisi di “big data” Cambridge Analytica è pesante, di portata internazionale, e già le conseguenze si vedono. Non solo in termini di credibilità e di denaro (gli inserzionisti britannici minacciano di andarsene, in borsa il social blu ha perso miliardi di dollari), ma anche a livello politico. La bolla non è affatto destinata a scoppiare, anzi scommettiamo che il suo diametro continuerà ad aumentare. Dopo tutto, stiamo parlando di dati raccolti su oltre 50 milioni di utenti Facebook in modo del tutto illecito. Numeri enormi. Naturale che la gente cominci a valutare l’idea di chiudere il proprio profilo, però diciamolo: non è facile. Perché Facebook è ancora il social preferito da molti, perché c’è chi lo usa con modalità discutibili, ma per tanti è davvero un modo per coltivare contatti e per “partecipare”. Che fare, dunque? Cancellarsi o no? Mentre riflettete, potreste fare una cosa: imparare a proteggervi un po’ meglio.

Sia chiaro: Zuckerberg promette che lavorerà per incrementare il livello di sicurezza, ma resta il fatto che Facebook viene in possesso dei dati dei suoi utenti. Si sa, funziona così. Non si può far nulla. E’ però possibile gestire le app collegate. Perché tutto questo casino, in fondo, è scoppiato proprio a causa di un’app.

Entra nel tuo profilo Facebook, clicca su “impostazioni” e poi su “app”. Ti appariranno diverse icone relative alle app a cui hai permesso di accedere ai dati, in molti casi senza nemmeno rendertene conto. Fra le app note, per esempio Spotify e Yelp, ne vedrai altre per nulla familiari: eliminale. E fregatene dei prompt che ti chiedono perché tu voglia farlo.

– Vai nelle impostazioni di Google Apps e passa in rassegna tutte le autorizzazioni, negando quelle che ritieni “invasive”.

– Se decidi davvero di cancella il tuo account Facebook, richiedi l’eliminazione permanente (di base c’è quella provvisoria). Prima di farlo, scarica una copia delle tue informazioni da Facebook, quindi comunica a Facebook stesso la tua decisione. Il processo potrebbe durare fino 90 giorni.

3 COMMENTI

  1. Ciao Giacomo, il post è sempre attuale, vista la situazione, la caccia ai rendimenti e via dicendo. Io ho una piccolissima parte nel Pimco HY US 0-5 hedgiato a distribuzione mensile, ma non è che scoppi di salute anche con la copertura del cambio. Solo ora la somma delle cedole ha di pochissimo sopravanzato la perdita in conto capitale. L”IShares che segnali tu ha preso belle botte ultimamente ed è tornato ai livelli della correzione di inizio 2016. Quello europeo lo vedo più stabile, ma sempre nell”ottica di un periodo lungo e con somme investite abbastanza contenute. Grazie e a presto!

Comments are closed.