Carlo Calenda si iscrive al Pd. E spopola l’hashtag #matteostaisereno

Il ministro dello Sviluppo economico annuncia l'iscrizione al Pd, Gentiloni ringrazia sentitamente: c'è dietro la volontà di affossare definitivamente Matteo Renzi?

Le elezioni del 4 marzo hanno avuto esiti disastrosi per il Pd, questo ormai è chiaro quanto innegabile. La barca sta definitivamente affondando? Ancora è presto per dirlo. Intanto, però, ecco il colpo di scena. Ecco che il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, rispondendo su Twitter e chi lo esortava a iscriversi a un partito, o addirittura fondarne uno nuovo di zecca, ha esposto ufficialmente la sua idea: “Non bisogna fare un altro partito ma lavorare per risollevare quello che c’è“. Poi, l’annuncio inaspettato: “Domani mi vado ad iscrivere al Pd“. Naturalmente la notizia è rimbalzata subito in ogni angolo del web. E Paolo Gentiloni ha espresso, sempre tramite l’uccellino blu virtuale, i suoi più sentiti ringraziamenti.

La decisione di Calenda sta tenendo banco fra il popolo italiano che, complessivamente, finora non ha espresso pareri negativi a priori: “Mica è da tutti salire sul carro dei perdenti“, ha commentato qualcuno, ottenendo un bel po’ di like. Calenda risulta simpatico e viene giudicato competente. Come ministro, finora, si ritiene che abbia operato bene. Certo, molti ritengono che questa mossa sia finalizzata ad “affossare” definitivamente Matteo Renzi, ma non si avvertono particolari moti di indignazione o stupore. Anzi. C’è una cosa, però, che non convince.

Non convince cioè il fatto Calenda abbia un certo “feeling” con Confindustria e che sia da tempo molto vicino a Luca Cordero di Montezemolo. Con questo backround sembra a molti improbabile che possa davvero dare nuova linfa al Pd; si considera più plausibile che finisca per cambiare completamente volto al partito. Non solo.

Figlio della regista e sceneggiatrice Cristina Comencini, Carlo Calenda appartiene dalla Roma bene. E’ ricco. Con queste origini, viene obiettivamente difficile credere che possa comprendere le reali esigenze della gente comune. Appartiene a un mondo privilegiato, insomma. Però le sue capacità, nelle nuove eventuali vesti, sono ancora tutte da dimostrare.

Foto by Facebook – Marione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here