Arisa e Levante: lo scontro per colpa dei… Capelli

Scambio di battute al vetriolo fra le due artiste: una accusa l'altra di aver copiato il suo look

Arisa contro Levante. Levante contro Arisa. Arisa ha copiato Levante. Anzi no. Insomma, è in corso il caos assoluto. Stiamo parlando di due talentuose artiste che, però, in questa occasione hanno lasciato prevalere la natura femminile, forse non esattamente nell’accezione migliore. Cos’è accaduto, dunque? Doveroso fare un passo indietro. Come ormai hanno avuto tutti modo di vedere, da qualche settimana Rosalba Pippa sfoggia un look nuovo: i cortissimi capelli alla maschietto che rappresentavano il suo tratto distintivo fin dall’inizio della sua carriera hanno ceduto il posto a una chioma lunga e corvina. Che le dona, decisamente. E’ più sexy, più bella, più tutto.

Pochi giorni fa il settimanale Vanity Fair ha insinuato il dubbio che Arisa abbia voluto copiare Levante, ovviamente per quanto riguarda i capelli (meglio sottolinearlo a scanso di equivoci). La 30enne siciliana non ha gradito affatto l’idea di essere stata una sorta di musa ispiratrice e così ha pubblicato una storia su Instagram pronunciando le seguenti parole: “Io amo fare colazione con dei cereali al cioccolato di cui non vi dirò il marchio. Ieri non trovavo la mia scatola del marchio che preferisco e mi sono dovuta accontentare di una imitazione. Una brutta imitazione. E allora io dico perché? Perché non ti fai il cereale tuo invece di copiare gli altri?“. Non ha mica fatto il nome di Arisa, eh. Ma la metafora è a dir poco significativa. E di certo la peperina Pippa non è rimasta zitta.

Sai quanti cereali sottomarca – ha replicato – ti devi ancora mangiare?. Fai la brava tesoro. Un conto sono i giornalisti… Ma se ti ci metti pure tu a fare la stronza ci fai una brutta figura. Buon tutto con affetto e simpatia“. Manco a dirlo, i rispettivi fan si sono scatenati. E ammettiamolo: il trash, a volte, è davvero irresistibile.

Foto by Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here