#18app, il Bonus Cultura per i 18enni: come ottenerlo

Con l'approvazione della Legge di Bilancio 2018 il Bonus Cultura è stato confermato per i ragazzi che compiranno 18 anni nel 2018 e nel 2019

I nati nel 1998 hanno ormai pochissimi giorni (fino al 31 dicembre) per usufruire del Bonus Cultura, ovvero dei 500 euro che possono essere spesi in cinema, musica, concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti e parchi, teatro e danza, corsi di musica, di teatro o di lingua straniera. Intanto con l’approvazione della Legge di Bilancio 2018 il programma è stato confermato per i ragazzi che compiranno 18 anni nel 2018 e nel 2019.

Come ottenere il Bonus Cultura? Occorre innanzi tutto ottenere le credenziali Spid, il Sistema pubblico di identità digitale, ed è possibile farlo attraverso quattro Identity provider: Tim, Poste Italiane, Infocert e Sielte. Quindi bisogna iscriversi alla piattaforma 18.app.italia.it entro il 30 giugno 2018 e utilizzare le credenziali Spid per richiedere i buoni da spendere al massimo entro il 31 dicembre del prossimo anno.

Andando più nel particolare, tramite #18pp si accede all’elenco dei negozi fisici o virtuali che accettano i buoni, si sceglie e si procede all’acquisto. Una volta conclusa la transazione, l’importo viene naturalmente scalato dal saldo. “In quasi 13 mesi, dal 3 novembre 2016 al 30 novembre 2017, grazie a 18app – si legge in un comunicato del Mibact – circa 600mila ragazzi nati nel 1998 e nel 1999 hanno speso oltre 163milioni di euro per acquistare libri, musica e biglietti per l’ingresso a concerti, cinema, teatro, eventi culturali e musei“.

Il denaro è stato utilizzato soprattutto per acquistare libri (80,6%); in pochi hanno scelto di spenderlo per i concerti e la musica. Chi pensa di poter fare il furbo, sbatterà il muso contro un muro: “Il Mibact – è scritto sul sito di #18app – vigila sul corretto funzionamento della Carta e può provvedere, in caso di eventuali usi difformi o di violazioni delle norme del presente decreto, alla disattivazione della Carta di uno dei beneficiari o alla cancellazione dall’elenco di una struttura, di un’impresa o di un esercizio commerciale ammessi, fatte salve le ulteriori sanzioni previste dalla normativa vigente“.

Foto by Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here