X Factor, Rita Bellanza contro i Maneskin: profilo Twitter falso?

Durante la semifinale del programma è apparsa sull'account di Rita Bellanza una dura critica ai Maneskin. Poi il profilo è stato dichiarato fasullo e cancellato

Davvero strana, questa faccenda di Rita Bellanza e di Twitter. Un giallo in piena regola, che sta facendo discutere soprattutto i Millennials. Perché i Millennials rappresentano la più nutrita fascia di telespettatori di X Factor. Dunque. Ieri, giovedì 7 dicembre, è andata in onda la semifinale del programma. Per la cronaca a contendersi la vittoria saranno Enrico Nigiotti, i Maneskin, Lorenzo Licitra e Samuel Storm.

Nel corso della serata, in modo del tutto inaspettato, su Twitter è apparso un “cinguettio” proprio di Rita Bellanza, che in principio era fra i favoriti e poi è stata eliminata: “I Maneskin mi sono sempre stati sulle palle. Si sono montati la testa. All’inizio non erano così!“. Ovviamente il velenoso commento ha fatto il giro del web in una manciata di secondi. E vabbè, fondamentalmente sono punti di vista. Ora che è fuori, avranno concluso in molti, la Bellanza si sente libera di dire tutto ciò che pensa. E poi è normale che sia piuttosto risentita. E invece poi è accaduta un’altra cosa.

Misteriosamente, l’account in questione è sparito. Quello ufficiale di X Factor è intervenuto per placare gli animi e la polemica: “Vi segnaliamo che questo account non è gestito da Rita Bellanza e tali affermazioni sono inventate“. Ma come? E se ne accorgono ora? Ma se c’è stata una regolare interazione fra il profilo incriminato, il profilo del talent, il profilo di Levante e via dicendo? Ma se ogni tweet è sempre stato accompagnato dall’hashtag #xf11, com’è possibile che nessuno abbia rilevato l’inganno? Rita Bellanza è intervenuta tramite Instagram: “Non so chi scriva queste cose, non sono io a twittare, non l’ho neanche programmato sul cellulare: tutto questo è imbarazzante!“. Poi è stata la volta della crew di Levante, sua ex coach: “Ci dispiace se nel corso di #XF11 abbiamo interagito (in buona fede) con un account che purtroppo solo ora si è rivelato essere un fake“.

Davvero strana, questa faccenda. Un bel po’ di utenti si sentono trattati come fossero idioti. Il polverone non si placa. E pochi, pochissimi credono alla storia del fake.

Foto by Twitter

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here