Chagall. Sogno di una notte d’estate: la mostra a Milano

Per la prima volta in Italia musica, tecnologia e arte raccontano la vita e le opere di uno dei più grandi Maestri del Novecento

Debutta il 14 ottobre 2017 e resterà aperta fino al 28 gennaio 2018 presso il Museo della Permanente di Milano la mostra-spettacolo “Chagall. Sogno di una notte d’estate”. Per la prima volta in Italia musica, tecnologia e arte raccontano la vita e le opere di uno dei più grandi Maestri del Novecento. E’ un modo inedito di vivere l’arte, è l’incontro fra l’arte stessa, la musica, la tecnologia. Non pensate alla semplice proiezione di immagini con sottofondo musicale, questa è tutta un’altra cosa.

La regia è sapientemente costruita da Gianfranco Iannuzzi, Renato Gatto e Massimiliano Siccardi; la colonna sonora è curata da Luca Longobardi. Obiettivo: coinvolgere e travolgere i visitatori. “Crediamo moltissimo in questo progetto – dice Iole Siena, presidente del Gruppo Arthemisia che ha deciso di investire su questa nuova espressione dell’arte – perché non si tratta di uno di quei prodotti preconfezionati che stanno avvilendo il mondo delle mostre d’arte; questo è un progetto di altissimo livello, che ha alle spalle un enorme lavoro creativo, ed è una riuscita sintesi tra il meglio dell’artigianalità italiana e della tecnologia. Il risultato è sorprendente, è un sogno“.

“Chagall. Sogno di una notte d’estate” è un viaggio per tappe, quelle della creazione artistica di Marc Chagall e della sua vita che si snoda in 12 macro sequenze: Vitebsk, piccolissimo villaggio russo in cui Chagall è nato, la vita, la poesia, i collages, la guerra, le vetrate, l’Opéra Garnier, Daphnis e Chloé, i mosaici, il circo, le illustrazioni per fiabe, la Bibbia. Il mondo creativo di Chagall, in tutte le sue sfaccettature e diversità delle fonti d’ispirazione, si dipanerà davanti, attorno e dentro il pubblico. I temi universali della sua opera – quali l’amore, la famiglia, le sue radici, umane e artistiche, i paesaggi, la musica, per come si sono sviluppati nei suoi lavori – appariranno in tutta la loro forza, effervescenza e libertà interpretativa.

In questo nuovo modo di fruire l’opera il visitatore-spettatore sarà in grado di percepire l’enorme densità e la ricchezza espressiva del mondo onirico di Chagall. Accanto alle opere pittoriche, lo spettacolo mostra i suoi collages, le sue vetrate, i mosaici e tutta l’ampiezza del talento artistico di Chagall, in un assieme che inonda lo spazio scenico di colori vivi e cangianti, caratteristici della sua pittura, impregnata di un’atmosfera lirica e poetica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here