Crema corpo: quale scegliere? Consigli utili

Una guida realizzata da Altroconsumo fornisce consigli molto utili per la scelta di prodotti finalizzati all'idratazione e alla cura della pelle

E’ interessante la guida realizzata da Altroconsumo relativa alla scelta della crema corpo. Emergono una serie di elementi e fattori che possono rivelarsi molto utili quando giungerà il momento di comprare una nuova confezione. La nota associazione italiana di consumatori (che opera senza fini di lucro) fa presente che “le creme idratanti per il corpo che troviamo sul mercato sono quasi tutte efficaci nel ridare la giusta idratazione alla nostra pelle“, come emerso dall’ultima analisi effettuata tramite test. Ciò significa, quindi, che qualsiasi prodotto garantisce un risultato rispetto alla scelta di non utilizzarne alcuno. Ma significa pure che “in genere le crema che troviamo al supermercato hanno caratteristiche e qualità simili a quelle vendute a prezzi ben più elevati in farmacia o in profumeria“. Non sempre, perciò, spendere di più vuol dire acquistare un prodotto migliore.

In commercio, come sappiamo, si trovano latti, burri, oli vegetali. Da qualche anno vengono proposte pure nuove tipologie di crema corpo da utilizzare sotto la doccia. Sono indubbiamente pratici e comodi, fanno risparmiare tempo, ma Altroconsumo avverte: “un nostro test su un prodotto noto di questa nuova categoria ha dimostrato che non idratano quanto una crema, anzi: nel caso di pelle secca, li sconsigliamo“.

Bisogna fare attenzione al potere della pubblicità e dei vari claim. Quelli che vantano una lunga idratazione, da 24 a 48 ore, per esempio non sono totalmente fedeli alla realtà in quanto “i dati hanno dimostrato che anche solo dopo 24 ore il livello sia già notevolmente ridotto“. E ancora, “le varie diciture ‘senza X’ o ‘0%…’, se da una parte danno un informazione a chi è poco avvezzo alla lettura della lista degli ingredienti, dall’altro sono una facile strategia di marketing poiché veicolano una falsa sensazione di sicurezza circa l’uso del prodotto in questione: non è improbabile, infatti, che l’assenza di una sostanza strillata in confezione venga compensata con un’altra meno nota, ma addirittura più critica“. Ci avevate mai pensato?

La maggior parte delle creme corpo in commercio contiene profumi al fine di rende l’esperienza cosmetica più gradevole. Tale aspetto diviene di fondamentale importanza nel caso in cui si soffra di allergie, “per questo motivo – sottolinea Altroconsumo – è meglio verificare in etichetta l’assenza di sostanze che con più probabilità possono essere sensibilizzanti nel caso di soggetti predisposti o notariamente allergici e di non fidarsi di claim come ‘ipoallergenico’ o ‘dermatologicamente testato’ che non hanno alcun impatto sulla sicurezza o cura della formulazione“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here